#CurvyInVetrina: un evento tutto da vivere!

curvy in vetrina

Bellissime Femme!!

Siete pronte??? Ecco in arrivo un nuovo, coinvolgente evento qui al Femme Curvy Concept Store! Di cosa si tratta? Di #CurvyInVetrina!

Delle Bellissime Modelle Curvy si alterneranno in vetrina per indurre il maggior numero di passanti a fermarsi! La giuria eleggerà la modella che saprà meglio interpretare per solarità ed empatia il ruolo di Curvy in Vetrina. La vincitrice riceverà in omaggio un book fotografico. Come verrà decretata la vincitrice?? Saranno predisposte delle telecamere dall’interno della vetrina verso l’esterno in modo da poter inquadrare i passanti e cogliere le loro reazioni.

L’evento vedrà la presenza della Blogger Giorgia Marino di Morbida, la vita, Barbara Christmann fondatrice di Beautifulcurvy.com e ideatrice del Calendario Beautiful Curvy e la Curvy Blogger Guapita Tondita.

curvyinvetrina

L’evento vedrà la partecipazione di Morena Fratto che in tempo reale eseguirà delle illustrazioni in tempo reale! La preparazione delle modelle sarà affidata ad Annalisa Donini che truccherà le partecipanti in una seconda vetrina. Gli scatti dell’evento saranno affidati ad Andrea Ghirelli PH che si occuperà anche del book fotografico assegnato come premio alla modella vincitrice.

Per seguire l’evento su Facebook e invitare le vostre amiche a partecipare, cliccate qui. Per partecipare all’evento vi basta venire al Femme Curvy Concept Store a Bologna, in via Bellaria n° 28/H, il 27 maggio alle ore 15:30 e…portare con voi tantissima voglia di divertirvi e vivere il mondo curvy!

Vi aspetto!😉

La tua Primavera Curvy da Femme!

Buongiorno Bellissime Femme!!

Era da un po’ che volevo scrivere questo post sui nuovi arrivi Primavera/Estate 2016…ma sapete che nella mia testa ne frullano davvero tante, dall’esposizione in Boutique agli abbinamenti migliori…tanto che trovare un attimo per sintetizzare tutto è stato davvero difficile!!😀 Ma eccomi qui!

Già da qualche giorno sto postando le foto dei nuovi Outfit Curvy sulla FanPage Femme by Marianna lo Preiato e in molte di voi hanno già avuto modo di provare i nuovi capi e testane la vestibilità…qui vi do qualche consiglio in più per la bella stagione! Pronte a scoprire i nuovi capi e riscoprirvi belle e glamour??😀

12919624_604744513007526_394127909265347716_n

Abiti da Cerimonia Curvy

Matrimoni, prime comunioni, eventi importanti e feste alle quali è impossibile rinunciare. Se la primavera è un’esplosione di colori e profumi, è anche il momento in cui si ricomincia ad uscire e…sfoggiare un po’ di outfit eleganti e particolari!

Ecco perché ho pensato a voi, prediligendo abiti e completi perfetti per le più morbide senza rinunciare all’eleganza né alla comodità. Il mio consiglio che vale per tutte? NON FATE ACQUISTI LAST MINUTE!! Se dovete partecipare ad una cerimonia o a un evento, anche in estate, iniziate a provare già da ora gli abiti che fanno al caso vostro…il rischio che correte è di non avere più la stessa possibilità di scelta e dovervi accontentare. Il motivo è semplice: dopo la produzione di abiti primaverili e anche da cerimonia, gli store si riempiono di abiti estivi e non sempre adatti agli eventi più formali. Quindi…non rimandate: vi aspetto in Boutique con questi fantastici abiti Persona, Eclà, Siste’s More, Sophia Curvy…

6838_598901196925191_4215939216206739613_n

10456044_598837206931590_135670102542270484_n

12936691_607654576049853_9070665487914897459_n
12963612_607680372713940_3933664004453336352_n

12985400_608429002639077_210671105823149942_n

Primavera: i look Casual Curvy!

Altro cruccio che noi morbide dobbiamo affrontare con l’arrivo della bella stagione è la vestibilità dei capi. Scoprirsi non è sempre facile…eppure il segreto non è coprirsi ma valorizzarsi senza rinunciare alla comodità.

Un ottimo esempio di vestibilità e sviluppo di taglie forti lo ha dato Sophia Curvy, che per la primavera/estate ha creato dei capi davvero femminili e confortevoli, per il giorno e la sera. Femminili e comode sono anche le proposte di Persona by Marina Rinaldi, Eclà e Siste’s More. Per me è impossibile scegliere la collezione preferita: sono tutte spettacolari! Il mio consiglio? Passare in Boutique e creare il vostro stile scegliendo di ogni brand il capo che fa per voi!

12928182_604641186351192_5711213550890842895_n

12932750_608429172639060_6686807677175606200_n

12974365_610440115771299_2683720436397217234_n

13010600_610435709105073_5986114564698047273_n

13001099_610431329105511_913185060634611446_n

…e per la stagione più calda?? Continuate a seguirmi, tra qualche settimana vi presenterò i capi irrinunciabili per la vostra estate curvy.

Vi aspetto in Boutique!!!😀

 

 

La mia “grassa” personalità

 

curvy

Bellissime Femme!

Oggi vi racconto una cosa che mi è capitata un po’ di giorni fa…e che mi ha fatto riflettere tantissimo sul modo in cui io vedevo me stessa qualche anno fa e su come adesso vivo il rapporto con il mio corpo…ma, soprattutto, su quanto possano influenzare i commenti altrui e gli stereotipi che da sempre ci rendono infelici! Ma andiamo con ordine…

Rovistando nella scatola dei ricordi sono apparse queste foto! Erano finite nel dimenticatoio ma riguardandole oggi, dopo anni, mi viene da dire: “Che fisico, ragazzi!!!

 

Untitled design (2)

Ero in forma, giovane, piena di vita (tipo adesso 😁)…non c’era proprio nulla che non andasse in me! Eppure, di quel periodo della mia vita l’unica cosa che ricordo è che per molti ero: Grassa, Robusta o, quando mi andava bene, Formosa!

…GRASSA? ?? Ma dove???

Untitled design (4)

Riguardando queste foto con la consapevolezza di oggi, posso affermare che l’unica cosa “grassa” che avevo e che mi appartiene ancora è la mia personalità, che è sempre stata più “grassa” del mio corpo. Vi state chiedendo perché? Beh, perché mi ha permesso di superare le difficoltà, le ingiurie, i fallimenti. Di coltivare le amicizie, di formare una famiglia, di realizzarmi nel lavoro nonostante una vita puntellata di eventi drammatici e dolorosi (ma questa è un’altra storia).

I consigli di chi ti vede con occhi distorti, che ti dice che sei grassa e che devi dimagrire, e che ti ingiuria ingiustamente sempre in modo gratuito, possono danneggiare quello che è poi il tuo futuro di donna. Le ricordo le persone che con i sorrisini ironici mi dicevano: “Sei grassa…” quando non lo ero affatto! Maledetti stereotipi 😥

Untitled design (3)

Oggi penso a quanto sono stata stupida a sentirmi inadeguata. Ma secondo voi ero grassa?? È una domanda voglio fare a quelle ragazze giovani che pensano di non essere perfette: guardate me in queste foto, e guardate voi stesse con obiettività, senza paragonarvi a modelle o attrici. Osservatevi e chiedetevi cosa c’è di sbagliato in voi e, soprattutto, rispondetevi con onestà. Non date ascolto a chi vi giudica, a chi vi esorta ad andare in palestra o a mettervi a dieta. Alle persone che quando ordinate una fetta di torta arricciano il naso  perché “non dovresti mangiarla”. Io,  rivedendomi ora, vorrei solo abbracciarmi e dirmi di credere in me stessa più che negli altri, di non rincorrere stereotipi impossibili e di sentirmi bella proprio per quello che ero…e che sono!

cimettolacurva

 

Non mi spiego il perché di tanta “ignoranza” sul corpo femminile, che deve corrispondere necessariamente a certi parametri per essere perfetto. Ma perfetto in cosa? E poi, chi lo possiede questo corpo perfetto? L’essere umano, in quanto tale, ha dei difetti! Non è perfetto! Ma non è questo a renderci davvero speciali?? Non è bellissimo il corpo delle atlete, muscoloso e imponente, che in molti giudicherebbero poco femminile? E non è bellissimo anche quello di una donna in carne? Non sono le diete a rendere perfetta una donna, ma il modo in cui si prende cura di se stessa e si fa rispettare, anche da chi continua a giudicarla. Vorrei che tutte voi, soprattutto le più giovani, raggiungeste questa consapevolezza il prima possibile, perché è questo che ti fa essere felice: la consapevolezza, non la perfezione.

A pensarci bene, io una cosa perfetta ce l’ho e continuerò ad averla: il mio sorriso! E sono sicura che anche il vostro sia perfetto!!:)

IMG-20160124-WA0037

 

 

 

 

 

ANNA MAGNANI raccontata da Matteo Persica!

Vi presentiamo Matteo Persica, autore del libro ANNA MAGNANI. Biografia di una donna e fondatore dell’ Associazione Amici di Anna Magnani.

Il carattere fuori dal comune, il talento, la bellezza di questa straordinaria Donna hanno stregato Matteo, ma anche tutti noi!

Anna-Magnani-Biografia-di-una-donna-di-Matteo-Persica-2928-441x600[1]

Come nasce l’idea di questo libro? L’idea del libro nasce da un documentario che girai nel 2007, proiettato il 21 aprile 2008 a Roma in occasione del centenario della nascita di Anna Magnani. Trovandomi tra le mani testimonianze inedite non ci ho pensato su due volte e ho colto al volo l’occasione. L’unica cosa che non sapevo era che avrei impiegato otto anni per portarlo a termine. Alla fine sono felice di averci impiegato così tanto tempo, la ricerca dei materiali e dei testimoni ha bisogno di tempo, tanto tempo.

Anna%20Magnani%20sorriso%20seppia[1]

Nel tuo libro, oltra alla figura di attrice, emerge la Donna. Chi era Anna Magnani? Era una donna che non aveva paura di amare. Per amare intendo tutto: suo figlio, i suoi uomini, il suo lavoro, la vita. Ecco, se c’è qualcosa di importante da sottolineare è che lei ha sempre scelto la via più complicata, non è mai scesa al compromesso, ha scelto sempre di rimanere se stessa pur sapendo che non l’avrebbe portata ad essere una persona completamente felice.

Qual era l’idea di “Donna Vera” per Anna Magnani? La verità ha rappresentato l’essenza di Anna Magnani. Per lei essere veri significava non mettersi maschere ma far fede ai propri valori. Insomma se le mentivi, anche sulle piccole questioni, non potevi diventare suo amico. Mi sembra più che giusto.

photo[1]

Anna Magnani oggi, in questa società. Cosa penserebbe? La generazione di Anna Magnani non si riconoscerebbe in quella di oggi. Hanno vissuto un’altra epoca, altri valori, altri modi di vivere. Per loro sarebbe solo uno strazio vivere ai nostri giorni.

Se dovessi consigliare un suo film, quale sceglieresti? Bellissima di Luchino Visconti. Avrebbe meritato un Oscar per questo film.

bellissima-1[1]

Una sua frase da non dimenticare? Difendete la vostra Arte, sempre.

anna-magnani-movies-and-films-and-filmography-u4[1]

Hai sempre desiderato di diventare uno scrittore? Come ci sei riuscito? I sogni vivono di sacrificio e duro lavoro. Soltanto in questo modo si può raggiungere uno scopo. Ho sognato, sì, ma ho anche faticato per realizzarlo.

Cosa consiglieresti a chi vuole perseguire un sogno “professionale”? Di non vederlo come un sogno. I sogni finiscono quando ci si sveglia..

Stai lavorando a nuovi progetti? Il prossimo libro sarà su Rino Gaetano. Non posso dire molto ma verrà fuori un lato differente, come è stato per Anna Magnani. Un Rino Gaetano di tutti i giorni e non quello che noi siamo abituati a vedere.

Matteo, cosa diresti ad Anna Magnani se fosse qui, adesso? Probabilmente chiederei un suo giudizio sul libro. “Signora Magnani, è un vero piacere conoscerla“. Preferisco non pensarci, anche perché poi dovrei aprire gli occhi per svegliarmi dal sogno.

untitled

Mi chiamo Matteo Persica, sono nato a Roma nel 1982, e quattro anni fa scoprii la mia passione, la mia missione, che ha il nome di Anna Magnani.

Una passione che nel 2010 mi ha portato a costituire l’ Associazione Amici di Anna Magnani e che da quattro anni mi impegna a scrivere la biografia di questa artista straordinaria. Sarò passato mille volte davanti alla  Basilica di Santa Maria sopra Minerva, e a dire la verità quella facciata scarna non mi invogliava ad entrare in quella chiesa. Cosa devo farne della mia vita? Un giorno sentii pulsare insistentemente dentro di me questa domanda. Come per magia venni attratto all’interno della Basilica. Entrai e il  sentimento di sgomento e disperazione si attenuò. I dipinti, il soffitto, l’altare … e lo sgomento divenne serenità,  gioia. Ne uscii ispirato e sollevato. Dopo una settimana mi capitò l’occasione di occuparmi del centenario di Anna Magnani che da quel momento divenne la mia passione principale, o come amo definirla: una sana dipendenza.

Quando venni  a sapere che in quella Basilica vi erano stati celebrati il battesimo, la cresima, ed i funerali di Anna Magnani ne rimasi colpito e ricollegai  immediatamente i fatti. Forse fu il caso, ma io, ancora oggi, credo fortemente che ci sia un senso in questo episodio. Continuo  a crederci, con la disillusione di chi sa che non c’è un nesso, ma con la voglia e la speranza che ci sia.

Quella speranza di chi non ha mai smesso di sognare.

Ashley, Barbie e la Curvy Revolution che avanza

Sorgente: Ashley, Barbie e la Curvy Revolution che avanza